Stampa
Categoria: Audio-Video
Visite: 305

https://www.youtube.com/watch?v=v_LFooRV3Ik

https://www.facebook.com/1554861311394188/videos/993346848068569

Quest'anno Torino Spiritualità parlerà di "desiderio", tensione complessa, intreccio di amore, fantasia, capriccio, inquietudine, attesa.

Non c'è essere umano che possa dirsi pienamente appagato, colmo per sempre. Ci sarà sempre qualcosa che manca, una assenza che sollecita, una tessera del mosaico che ancora non si fa trovare. Ed è in questo spazio, struggente, ma traboccante di tutti i “possibili”, che prende forma il desiderio.

Di slanci e di emozioni parlerà Torino Spiritualità quest’anno, delle spinte inesauribili che ci abitano; delle aspirazioni che danno forma ai cambiamenti interiori; ma anche delle mancanze, del vuoto che inquieta ma che suggerisce anche nuovi cammini.

I “desideranti” siamo tutti noi, che siamo sempre stati e sempre saremo: creature capaci di sogni e di nostalgie, animate dall’istinto primario di arrivare là dove ancora non siamo.

Noi che questa mancanza la abitiamo per natura, ma che sappiamo anche prendere lo slancio e puntare oltre, più in là o più su.

Quattro giorni di lezioni, dialoghi, laboratori e letture, per rispondere all’esigenza di condividere esperienze e pensieri intorno al presente e a noi stessi.

Lo spazio del festival sarà la città di Torino, con incontri dal vivo, tra letture, dialoghi, concerti e spettacoli, ma anche itinerari nella natura, laboratori, esperienze e meditazioni per una rassegna da vivere in tutta sicurezza.

 

Non mancheranno gli eventi online, con voci italiane e internazionali, perché il pubblico di Torino Spiritualità non ha confini.

 

 

Questo sito utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori.
Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Per ulteriori informazioni sui cookies e su come eventualmente disattivarli, clicca qui.