Stampa
Categoria: Recensioni
Visite: 436

Storie di Donne 2.0_©Sabrina Sardisco

Un’infermiera professionale che ha lavorato nelle unità di psichiatria, chirurgia generale, rianimazione, centro trapianti di midollo e centro di sclerosi multipla, si chiede: quanto gioco ha la dimensione interiore sullo stato di salute fisica?

Attraverso le meraviglie della natura e dell’universo, e con un approccio sistemico globale, scopriamo le sottili relazioni tra gli aspetti più intimi ed esistenziali dell’essere umano, dove Conoscenza e Consapevolezza camminano insieme, poiché collegate fra loro, in una realtà dove il tangibile e il non visibile sono due espressioni diverse dell’Uno…

 

… Preferisco essere io a presentare me stessa, essendo un po’ controcorrente, non per presa di posizione, ma per mia spontanea natura.

Assistere le persone con problemi di salute è sempre stata una mia vocazione.

All’età di circa dieci anni, trascinavo le mie amiche in un presidio ospedaliero vicino al nostro quartiere, per ammirare le divise bianche mentre camminavano nei corridoi.

Immaginavo che fossero i salvatori dell’umanità, gli eroi che liberavano l’uomo dalle avversità.

Nel frattempo, le mie amiche schizzavano come un razzo fuori da quell’ambiente, dopo aver visto sbucare da qualche parte la prima barella minacciosa, spinta da due esseri mostruosi con indosso un camice.

Crescendo, ho finalmente potuto raggiungere quel sogno: indossare la divisa bianca per assistere persone in stato di malattia, provvista di enorme forza di volontà e spirito di sacrificio.

Ho lavorato come infermiera in varie unità: psichiatria, chirurgia generale, rianimazione, centro trapianti di midollo e centro di sclerosi multipla.

Ma, con il passare degli anni, sentivo che mi mancava un pezzo.

Ho iniziato a vivere la sconfitta della medicina convenzionale, là dove pretendeva di essere l’unica risposta alla salute dell’uomo.

Allora ho approfondito i miei studi nel mondo interiore dell’uomo tramite la scuola di Counseling Psicosintetico Transpersonale e quella di comunicazione ipnotica. Ho frequentato corsi di PNL, reiki e presentazioni di meta-medicina.

Ho trovato tutto molto interessante, sebbene qualche tecnica l’abbia vissuta come troppo strutturata su un piano logico-mentale e meno disposta a favorire esperienze spontanee, in grado di realizzare visioni esistenziali più ampie.

 

La domanda che stava maturando in me era: quanto gioco ha la dimensione interiore sullo stato di salute fisica?

Per un certo periodo ho lavorato per gruppi di operatori sanitari, creando “un campo” protetto in cui si potesse crescere, e acquisendo nuovi punti di vista. Grazie a questi piccoli laboratori, mi sono sperimentata e ho appreso che, più le persone si mettevano in gioco “sul campo” più comprendevano se stesse attraverso gli altri, in modo speculare e spontaneo.

Questi gruppi hanno rappresentato un punto d’inizio, una partenza che, con il tempo, mi ha fatto scoprire una nuova me stessa, non più esclusivamente interessata all’aspetto tecnico delle cure ospedaliere ma anche alla cura dell’anima.

Devo ammettere che le scuole che ho frequentato mi hanno dato strumenti linguistici per esprimere determinati concetti, ma la vera maestra è stata la vita, le persone che ho conosciuto e quelle che prematuramente ho perso.

I concetti acquisiti sono di solito strumenti che l’uomo utilizza e gestisce in base al risveglio della coscienza raggiunto.

Ecco perché due persone, specializzate nello stesso settore, potrebbero approcciarsi al lavoro con una cura e con slanci creativi del tutto differenti.

 

Ringrazio, per la stesura di questo libro, la mia musa ispiratrice, Giuliana Strauss. Una donna speciale che ho avuto la fortuna di conoscere e che opera attraverso l’approccio sistemico globale.

 

Ringrazio le esperienze “oltre” che ho avuto sin dall’infanzia e che mi hanno condotto a conoscere l’esistenza di un’altra dimensione, oltre a quella ordinaria.

 

Ringrazio mia madre che, con la sua ostinazione ad aiutare ogni creatura indifesa, mi ha insegnato ad avere rispetto per ogni forma di vita.

 

Questo libro è il frutto di tanti avvenimenti realmente accaduti, mentre altri sono frutto della fantasia.

Il tutto è riportato sotto forma di favola romanzata,

racconta l’inizio di un grande viaggio ed è dedicato a tutte le persone che sentono o sanno dell’esistenza di un oltre, di là dal tangibile.

https://www.eticaedizioni.it/joomla/pubblicazioni/8-religione/62-un-viaggio-oltre

 

 

 

Questo sito utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori.
Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Per ulteriori informazioni sui cookies e su come eventualmente disattivarli, clicca qui.