Categoria: Religioni ed Esoterismo
Autore: Alfred Guillaume
Editore: Edizioni Ester
Pagine: 594
ISBN: 978-88-99668-64-8
Anno: 2022
Visite: 2967
 / 1
ScarsoOttimo 

Descrizione

Scritto da Barbara de Munari

 

Traduzione dal francese e Prefazione a cura di Barbara de Munari. 

 

Il libro è ordinabile al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Prezzo € 36,00 - Spese di spedizione gratuite.

 

A Torino, il Libro è disponibile presso le seguenti Librerie:

Libreria Psiche

Via Madama Cristina, 70, 10126 Torino 

Libreria Mistica e Spirituale Psiche 2

Via Monginevro, 11, 10138 Torino

Libreria Eleste

Via Passo Buole, 59, 10127 Torino

Esotericamente Libreria esoterica

Via Giuseppe Garibaldi, 18, 10122 Torino

 

  

SINOSSI

 

   Tra la religione sumero-babilonese e la religione ebraica si apre un lungo cammino fatto di prospettive religiose, miti, riti e magia, per raggiungere la forza mistica del logos nel rapporto tra parola e spirito, attraverso i Salmi, gli incantesimi e i sogni. In questo libro l’autore narra e spiega come la religione semitica primitiva si evolva nel rapporto tra nomadismo e giudaismo, per poi sfociare, con l’abbandono della vita nomade, nella costituzione delle Tribù e nella consapevolezza dell’essere Ebrei e Israeliti.

   In questo contesto – che è quello dei due capisaldi tradizionali ebraici del monoteismo jahvistico e della giustizia morale – nascono le grandi figure mistiche e politiche di riferimento di Mosè e dei Profeti e, nell’eterno dialogo tra l’uomo e Dio, appaiono i Profeti e i veggenti, con i loro grandi presagi e le loro peculiarità psicologiche, da Elia  a Eliseo, da Isaia a Geremia, da Ezechiele ad Aggeo, da Zaccaria a Malachia, e poi Amos, Osea, Michea, con i loro nemici, i falsi profeti, e con le loro sofferenze – fino al declino e alla scomparsa della Profezia, e all’avvento dello stato mistico della Nuova Alleanza.

   Tra i capitoli significativi, quello dedicato all’estasi e alla sua natura, con riferimento al potere della musica e dell’ascolto, e un accenno al rapporto tra profeti ebrei e dervisci, e quello dedicato al rapporto tra magia e religione, mentre una sezione finale è dedicata alla natura dei miracoli nell’Antico Testamento, alla chiaroveggenza, all’ipnosi e alla divinazione.

   In tutto questo, ciò che caratterizza il profeta è una vocazione particolare, soprannaturale e imperativa, che lo rende atto, mediante una forma di rapporto diretto con la divinità, a penetrarne le intenzioni e i disegni e che lo obbliga a renderli noti. Il profeta è essenzialmente un mistico e l’essenza del vero profetismo consiste nella libertà e nella spontaneità dell’ispirazione e del vaticinare, oltre che nel carattere personale e imperativo della sua missione. I profeti per eccellenza sono e saranno sempre i grandi fondatori o riformatori delle religioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

               

 

Data inserimento: Giovedì, 08 Agosto 2019