Categoria: Narrativa
Autore: Rita Cerimele
Editore: ETICA Associazione Culturale
Pagine: 20
Prezzo: 8.00 €
ISBN: 978-88-908291-8-5
Anno: 2016
Visite: 3097
 / 1
ScarsoOttimo 

Descrizione

Leggiamo insieme e meditiamo su questa Favola un po’ “strana”, che narra di una Bambina con una Valigia rossa – una specie di incrocio tra Cappuccetto Rosso e Biancaneve e i Sette Nani – e ricca di molte altre “rivisitazioni” oniriche e letterarie…

Se ragioniamo insieme ai grandi semiologi russi di morfologia della fiaba, questa Bambina esce un po’ fuori dagli schemi. La Favola che la vede protagonista, con una evocazione alla mamma ed al papà, è accompagnata da gnomi, folletti, magie, fate, e poi dalla strega e dalla nonna, è una specie di sogno ad occhi aperti, esprime un desiderio onirico e la magia di un viaggio verso la conoscenza, narrando di un suo primo “viaggio nel bosco”…

Non è equivoca e ambigua come la favola di Cappuccetto Rosso, oggetto di tante “rivisitazioni”, letterarie e non, ma sempre incentrata sul fulcro di una violenza familiare latente, a volte torbida.

Non è improbabile come quella di Biancaneve, che riesce a entrare e a vivere con estrema agilità nella capanna di ben sette nani, circondata da un re padre distratto, da una regina matrigna tutta presa dalla propria decaduta bellezza tenuta insieme da arti malefiche, da un principe azzurro che puntualmente arriva in ritardo e che solo la magia riesce a salvare dal fallimento aiutandolo nel suo intento.

Qui, invece, nella Valigia rossa della Bambina, “ci sta tutto”, ma proprio tutto e nella Valigia rossa la Bambina mette solo ciò che vuole, realtà superate e nuove speranze. L’incanto di questa favola è  accompagnato da pitture vivaci che catturano anche l’occhio meno attento e che descrivono la Bambina nel suo progredire all’interno del Bosco, alla ricerca di un riparo però e non solo in cerca di avventura o in fuga da realtà cattive. Gli Gnomi litigano fra di loro e sono molto legati alla terra dove vivono, i Folletti guerrieri ridono nel vento, le Fate bellissime  fanno magie e possiedono una misteriosa polverina tutta dorata, la Strega è simpatica e canta in una lingua strana…

La Valigia Rossa è il primo regalo che ha ricevuto la Bambina dal suo papà, per i sui viaggi “reali” – precisa la Bambina nel suo dialogare con sé stessa e con il suo “amico immaginario” – o di fantasia. Com’è già saggia e consapevole questa Bambina, nel suo dirci, alla fine della favola, che questo è il suo “primo” viaggio ed invitando il suo immancabile “amico immaginario” (quanti bambini l’hanno avuto…) a viaggiare ancora insieme a lei...

Data inserimento: Martedì, 22 Dicembre 2015